News
25/06/2014

Iveco Stralis viaggia con gas naturale

Il costruttore di veicoli industriali ha iniziato la consegna del camion pesante Stralis Natural Power Euro VI, equipaggiato con motori di derivazione diesel ma alimentati con gas naturale compresso o liquefatto. È adatto al trasporto pesante nella distribuzione, logistica a corto e medio-lungo raggio e servizi municipali.

La gamma Iveco Stralis a metano comprende autotelai cabinati a due e tre assi e trattori stradali. La catena cinematica si basa sul motore FTP Industrial Cursor 8 Natural Power, tarato da 230 CV a 330 CV. Iveco è l’unico costruttore che utilizza il monoblocco diesel per la realizzazione dei motori a gas naturale, che funzionano con ciclo Otto. Ciò perché ritiene che il diesel sia più affidabile e longevo del benzina, da cui derivano i propulsori a gas naturale degli altri marchi. Il motore è accoppiato con un cambio meccanico ZF a 16 rapporti o, a richiesta, con un automatico Allison a sei marce con convertitore idraulico di coppia.
L’Iveco Stralis Natural Power può montare un motore alimentato a gas naturale compresso (CNG) o a gas naturale liquefatto (LNG). Nel primo caso, il camion può montare bombole con capacità che varia da 400 a 1300 litri, in una disposizione che può essere scelta dall’acquirente. La versione a gas liquefatto ha, nella configurazione standard, quattro serbatoi CNG da 70 litri e uno criogenico LNG da 252 litri, che offrono un’autonomia di circa 750 chilometri. Il gas naturale è immagazzinato allo stato liquido alla temperatura di -130° e alla pressione di nove bar e viene convertito allo stato gassoso prima di essere iniettato nel motore.

I motori FTP Industrial a gas naturale sono caratterizzati da una combustione stechiometrica, ossia che ha un rapporto tra aria e combustibile ritenuto chimicamente corretto, alimentazione integrale a gas naturale e ciclo Otto con candele di accensione che provocano la combustione della miscela aria-gas immessa da un rail, con due iniettori per cilindro. Il trattamento dei gas di scarico è effettuato con un semplice catalizzatore a tre vie passivo che non richiede aggiunta di additivi.
Sotto il profilo delle emissioni, i motori a gas naturale inquinano molto meno di quelli a gasolio Euro VI. Secondo quanto dichiara Iveco, il gas naturale è un combustibile decisamente pulito grazie a emissioni di particolato (-95% rispetto al gasolio) e di NOx (-35%) ridotte al minimo. Inoltre, l’utilizzo di questi veicoli permette di ridurre le emissioni veicolari di CO2 dal 10% fino al 100% in caso di utilizzo di bio-metano. Infine, la riduzione del rumore in media di 5 decibel rispetto alle versioni a gasolio lo rendono il veicolo ideale per le missioni di raccolta rifiuti e di distribuzione notturna.
Da un punto di vista della sostenibilità economica, Iveco afferma che il gas naturale consente una riduzione dei costi d’esercizio (TCO) fino al 10%. Il gas naturale ha un costo decisamente inferiore rispetto al gasolio, offrendo una riduzione fino al 40% del costo del combustibile, la voce più importante del TCO.

Fonte: © TrasportoEuropa